Il cammino della Naturalezza, Dal seme del sesso, alla fioritura dell'amore..

Quando piantiamo un seme, può sembrare che lo strato di terra sopra

di lui lo stia opprimendo, lo stia ostruendo.

 Può sembrare che sia così: in

realtà quello strato di terra non è un ostacolo: senza quello strato il seme

non può disintegrarsi e trasformarsi in arbusto. 

In apparenza, può sembrare che il terreno soffochi il seme, di fatto il terreno non fa che

assolvere il suo dovere come amico.


 Si tratta di un'operazione clinica.

 Se un seme non si sviluppa fino a diventare una pianta, pensiamo che

il terreno forse non era adatto, che il seme forse non ha avuto abbastanza

acqua o non ha ricevuto abbastanza sole: non diamo la colpa al seme. 


Ma se non sbocciano fiori nella vita di un uomo, diciamo che l'uomo stesso ne è responsabile. 

Nessuno pensa a un concime inadeguato, a una mancanza di acqua o a una scarsità di sole e vi mette rimedio; l'uomo stesso viene accusato di essere cattivo.


 E è per questo che la pianta dell'uomo non si è sviluppata, è stata repressa da inimicizia e non ha

potuto raggiungere la stagione della fioritura.

 La natura è un'armonia ritmica. Ma l'artificiosità che l'uomo le ha imposto, i lavori di ingegneria con i quali l'ha attraversata e i congegni meccanici con cui ha ostacolato il fiume della vita, hanno creato mille

ostruzioni e ne hanno arrestato il flusso. 


Ora il fiume ne è ritenuto colpevole e si afferma: "L'uomo è cattivo, il seme è velenoso".


 Vorrei attirare la vostra attenzione sul fatto che gli sbarramenti fondamentali sono artificiali, sono creati dall'uomo stesso: altrimenti il fiume dell'amore scorrerebbe liberamente e raggiungerebbe l'oceano di Dio. 


L'amore è parte integrante dell'uomo. Se le ostruzioni vengono rimosse in maniera consapevole, l'amore potrà fluire. Allora l'amore potrà innalzarsi fino a toccare Dio, fino a toccare l'assoluto.


 Quali sono questi ostacoli artificiali? Innanzitutto l'ostruzione più ovvia è stata l'opposizione al sesso, la condanna della passione. Questa barriera ha distrutto la possibilità della nascita dell'amore nell'uomo.


 La pura verità è che il sesso è il punto di partenza dell'amore. Il sesso è l'inizio del viaggio verso l'amore. L'origine, il Gangotri del Gange dell'Amore, è il sesso, la passione: e tutti si atteggiano a suo nemico.


Ogni cultura, ogni religione, ogni guru, ogni profeta ha aggredito questo Gangotri, questa sorgente, e il fiume ne è rimasto ostruito. Da sempre si dice: "Il sesso è peccato, il sesso è irreligioso, il sesso è veleno". 

E sembra che non ci rendiamo mai conto che alla fine è l'energia sessuale stessa che

scorre e raggiunge l'oceano interiore dell'amore. L'amore è la trasformazione dell'energia sessuale. 


La fioritura dell'amore proviene dal seme del sesso.    


Osho

Scrivi commento

Commenti: 0