Meditare... Dove quando?

In qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Sono questi i "dove e quando" della meditazione.


Non servono idee romantiche dove grotte e posti particolarmente esotici diventano protagonisti di trip da praticante che poco, o più spesso nulla, hanno a che vedere con la realtà.


La meditazione è meno esotica, meno sofisticata, meno settoriale di quello che tante fantasie suggeriscono. 


Ed è molto più diretta, molto più normale, molto più legata all'immediatezza della situazioni che viviamo ogni giorno di quello che potremmo (o vorremmo) immaginare.


Bastano un corpo a cui tornare, una attenzione morbida e leggera alla quale permettere di riposare, quel pizzico di saggia incoscienza, che si chiama onestà con noi stessi e la nostra esperienza, da esercitare.


Tutto il resto è una questione di intenzione, che permette e accompagna quel processo di ritorno a se stessi, con consapevolezza, che si chiama meditazione. E che è praticabile in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.


Scrivi commento

Commenti: 0