Le 12 Leggi del Karma, 12° legge

Le 12 Leggi del Karma,

12. Ciò con cui contribuisci ti viene restituito.

 

Legge del valore e dell’ampliamento.

 

Il tuo contributo amplia o fa decrescere il tutto. Il valore è l’energia estesa.

 

In molti scelgono la comfort zone della mediocrità,

smettono di interessarsi e di imparare cose nuove.

Si identificano con il loro lavoro e con i risultati del passato.

Il cervello è programmato per un processo di crescita illimitato.

 

Gran parte delle malattie della terza età sono causate

dalla pigrizia che ci coglie durante la vecchiaia.

Devi tenere allenato il fisico, mangiare sano

e mettere costantemente alla prova il cervello con nuovi compiti, nuovi studi.

 

Non smettere mai di evolverti.

Nell'eternità abbiamo bisogno di un sistema che ci faccia evolvere e crescere in modo che possiamo raggiungere il fine ultimo, ovvero l’illuminazione,

quello stato in cui non ci sono più ostacoli al flusso delle informazioni,

alla saggezza, all'amore e all'armonia che provengono dalla Sorgente.

 

Ecco perché esistono le leggi karmiche.

 

Molte religioni ne hanno dato una interpretazione particolare

e le hanno utilizzate per introdurre la paura,

per sfruttare la gente e instillare il sentimento di impotenza in miliardi di persone. Invece l’obiettivo è proprio l’opposto: infondere speranza di pace e gioia.

Fare del bene porta altro bene; lo stesso vale per il male.

  

Il tuo lavoro karmico interiore.

 

Leggi questo capitolo ancora una volta finché non ti rendi conto che devi interiorizzare questi principi ed esprimerli nella tua esistenza.

 

Scrivi ciò sui cui devi lavorare.

 

Stampa i 12 principi e leggili quotidianamente.

Scrivi commento

Commenti: 0